Addio a Fausto Mesolella: il Teatro Socjale si unisce al cordoglio per la sua morte

imgpsh_fullsizeIl casertano chitarrista degli Avion Travel è morto ieri 30 marzo 2017, a causa di complicazioni cardiache. Mai uscito dalla Piccola Orchestra, a cui tanto teneva, aveva suonato insieme a grandi della musica italiana, come Raiz e Bocelli, Gianmaria Testa, Nada e Stefano Benni, Tricarico e Patrizia Laquidara, Samuele Bersani e Giorgio Conte, Rita Marcotulli e Fiorella Mannoia, Gabriella Ferri e Mannarino.

 
Fausto Mesolella nacque il 17 febbraio 1953 e i primi gruppi si chiamavano Condor («il primo ingaggio al matrimonio di Ugo, parrucchiere di via Roma»), Coronilla Varia, Prima Pagina. Feste nuziali e di piazza furono la sua scuola, e la sua gavetta. Si faceva ispirare dalla tradizione melodica napoletana e dal rock inglese e americano.

 
Incise un disco con i Mediterranea, accompagnò Umberto Napolitano a Sanremo (1981), poi, il 16 gennaio del 1986, entrò a far parte degli Avion Travel, che allora si muovevano sul crinale tra rock e no wave. Con Peppe Servillo, Peppe D’Argenzio, Agostino Santoro, Vittorio Remino, Mario Tronco, e poi, mano mano, con Mimì Ciaramella, Flavio D’Ancona, Ferruccio Spinetti  firmò dischi importanti come «Sorpassando», «Perdo tempo», «Bellosguardo», «Opplà», «Finalmente fiori», «Storia d’amore», «Cirano», «Poco mossi gli altri bacini», la straordinaria rilettura di Paolo Conte di «Danson metropoli», l’omaggio a «Nino Rota, l’amico magico».

Vinse insieme agli Avion Travel il cinquantesimo Festival di Sanremo nel 2000 con «Sentimento», brano che conquista anche il premio come miglior arrangiamento. Continuò a vincere premi importanti:  il premio Ennio Morricone (2007) come miglior compositore all’Italia film festival di Roma per la colonna sonora del film “Lascia Perdere Johnny; la targa Tenco 2010 come miglior disco italiano nella sezione interpreti, e nella sezione dedicata alla musica dei suoni; nel 2015 il premio Amilcare Rambaldi  e il Premio Bindi per la sezione Artigiani della musica; nel 2016 il premio come migliore colonna sonora per il film “2 euro l’ora” nella rassegna Est Film Festival.

 

L'ingresso alle attività promosse dal Teatro Socjale (musica, teatro e cinema) è riservato ai soci Arci.

Log in with your credentials

Forgot your details?

Teatro Socjale Circolo Arci - via Piangipane, 153 - 48020 Piangipane (RA) C.F.92017210391 - P.IVA 02116220399- info@teatrosocjale.it - Privacy Policy